Assicurazione sanitaria viaggio USA

Per una vacanza negli USA vi consigliamo una valida assicurazione sanitaria di viaggio per coprire eventuali costi di cure mediche. Dal punto di vista legale per i turisti non è obbligatorio avere un’assicurazione per entrare negli Stati Uniti ma, come noto, il sistema sanitario americano non prevede l’assistenza medica gratuita e chiunque ne necessita (cittadini o stranieri) è costretto a pagare prezzi molto elevati per accedere a cure, di solito di alta qualità, anche di emergenza o di base (come misurare la pressione).

Per questi motivi si consiglia inoltre di scegliere una polizza che soddisfi alcuni requisiti come un massimale alto (non inferiore a 500.000 euro), il pagamento diretto delle spese (non solo il rimborso) comprese quelle per il trasporto in ospedale (l’ambulanza non è gratuita e può costare anche 1000 dollari) e il rimpatrio diretto.

Cosa si rischia senza assicurazione?

Una polizza per gli USA può costare intorno ai 30 euro a persona per 7 giorni, una cifra ridicola se paragonata al rischio che si corre in caso di infortunio.
Qualche esempio tra i problemi più comuni?

Si consiglia di fare attenzione alla maggior parte delle assicurazioni incluse con voli e pacchetti viaggio, spesso inadeguate a sostenere spese anche solo per un polso slogato (5.000 dollari) o per un braccio rotto (8.000 dollari).

Documenti per gli Stati Uniti e l’ESTA

I cittadini italiani, grazie al programma “Viaggio Senza Visto” (o Visa Waiver Program) attuato dall’ottobre 2010, possono entrare negli USA per affari, turismo o transito e per una permanenza non superiore ai 90 giorni semplicemente esibendo il passaporto ottico digitale o elettronico (rilasciato dal 2006) in corso di validità e con la marca da bollo pagata, ma occorre anche richiedere l’autorizzazione ESTA. L’ESTA costa 14 dollari, si paga con carta di credito e si consiglia di effettuarla prima dell’acquisto del volo riempiendo dettagliatamente il seguente modulo. Tale richiesta deve essere effettuata almeno 72 ore prima dell’imbarco (sia aereo sia marittimo) e l’eventuale autorizzazione ha una durata massima di 2 anni o fino a scadenza del passaporto. In caso di più viaggi è necessario aggiornare le informazioni riguardo gli itinerari. Si ricorda che l’autorizzazione Esta non garantisce l’ingresso negli USA, ma autorizza soltanto il viaggiatore a salire a bordo del mezzo di trasporto.

Se la richiesta ESTA non viene autorizzata è necessario richiedere un visto turistico di tipo B2 oppure richiedere un passaporto adeguato.

Nel caso in cui ci si reca negli USA non per motivi di affari o turismo oppure la permanenza è superiore a 3 mesi è necessario richiedere il visto presso l’Ambasciata Usa in Italia o al Consolato.

Tipologie di Visto

Esistono diverse categorie di visto in base allo scopo del soggiorno:

Visti per immigranti

Si ricorda, infine, di dichiarare nel modulo della dogana, che si riceve a bordo dell’aereo, tutto ciò che si trasporta, senza omissioni, compresi cibi, piante o animali. Una volta sbarcati, dopo il controllo passaporto, l’acquisizione delle impronte digitali e un colloquio, il modulo dovrà essere riconsegnato all’agente dell’immigrazione.

Per maggiori informazioni vi consigliamo di recarvi presso gli uffici della Polizia di Stato e di visitare il sito ufficiale dell’Ambasciata USA.

Sei indeciso su quale Assicurazione di Viaggio scegliere?